Piaceri (Bertolt Brecht)

“Il primo sguardo dalla finestra al mattino /

il vecchio libro ritrovato /
volti entusiasti /
neve, il mutare delle stagioni /

il giornale /
il cane /
la dialettica /
fare la doccia, nuotare /

musica antica /
scarpe comode /
capire /
musica moderna /

scrivere, piantare /
viaggiare /
cantare /
essere gentili“.

Questa poesia di Brecht la trovo meravigliosa. Di solito in letteratura quando si parla della parola “Piacere” si pensa a D’Annunzio.

In realtà oggi ho preso in mano il volume con le sue “Poesie” (Einaudi Tascabili) perché cercavo il testo “Amare il mondo”, che poi ho scoperto non è stato scritto da Brecth, ma da Primo Mazzolari.

E’ stato comunque “un piacere” ritrovare questo testo che non ricordavo più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *