Se questo è un uomo – Primo Levi

[fblike]cropped-4257302520_44ea43da23_b-e1364145742216.jpg

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:

Considerate se questo è un uomo
che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un si o per un no.

Considerate se questa è una donna,
senza capelli e senza nome
senza più forza di ricordare
vuoti gli occhi e freddo il grembo
come una rana d'inverno.

Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.

Scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi, alzandovi.

Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.

[adsense id="3637220125174754" slot="4668915978" width="480" height="60"]

Un commento:

  1. Quando ero più giovane ed ero un pochino più impastato con la musica ho anche provato a metterci una musica su questa poesia…certo era bruttina…

Commenti chiusi

  • Please follow & like us :)

    Follow by Email
    Facebook0
    LinkedIn
    Instagram
  • RSS Rai Storia

    • Un po’ di Argentina a Ferrara: al via la rassegna Post-MEMORIA desaparec(s)ida
      Sono dedicati a Julio Cortàzar gli eventi e gli incontri a cura dell’associazione 24Marzo e di Teatro Nucleo, che presenterà anche lo spettacolo Contra Gigantes, di e con Horacio Czertok.   Tre giorni fitti di iniziative, da venerdì 22 a domenica 24 marzo al Teatro Julio Cortàzar (via Ricostruzione 40, Pontelagoscuro, a pochi chilometri da […]